Archivi storici della Fondazione Casa di Oriani


Il Centro Archivi del Novecento comprende gli archivi storici della Fondazione Casa di Oriani e dell’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea in Ravenna e Provincia. Un patrimonio archivistico imponente, articolato in numerosi fondi, che copre vari aspetti della storia politica, sociale ed economica del Novecento ravennate. I fondi costituenti l’Archivio della Fondazione Casa di Oriani sono i seguenti:

Fondo Pci, Federazione provinciale di Ravenna

L'archivio della Federazione ravennate del Pci, nato per mano di Alberto Pirazzoli, raccoglie la documentazione, vasta e articolata, prodotta dalle strutture organizzative del Partito comunista tra il 1943 e i primi anni Settanta. La documentazione è ordinata cronologicamente, per argomento e per struttura di riferimento (Segreteria, Comitato federale, congressi, ecc.). L'archivio conserva anche fondi privati come quello di Agide Samaritani. Gli analitici inventari, curati dallo stesso Alberto Pirazzoli, permettono un'agevole consultazione dei materiali.


Fondo Uil, Sezione di Ravenna

L'archivio è composto da 136 fra buste e volumi e si presenta diviso, in linea generale, in due parti ben distinte. La prima parte è il frutto della sistemazione realizzata in occasione dell'istituzione e dell'effimera esistenza dell'Istituto per la storia della Uil di Ravenna nel 1988, e concerne sostanzialmente le attività sindacali dal 1949 al 1986. La seconda parte è composta dalla documentazione confluita posteriormente al riordinamento del 1988 ed è relativa al periodo dagli anni Settanta agli anni Novanta. Ricca è anche la documentazione iconografica (fotografie, videocassette).


Fondo Cgil, Camera del lavoro territoriale di Ravenna

L'archivio storico della Camera del lavoro di Ravenna è costituito da un nucleo documentario i cui estremi cronologici vanno dall'immediato secondo dopoguerra fino agli anni Novanta e si compone di circa 1.500 buste. La grande mole di documentazione offre la possibilità di uno studio approfondito sulle dinamiche economiche e sociali del territorio ravennate nel passaggio dalla tradizione agricola e bracciantile alla modernizzazione industriale, sulle peculiarità di alcuni settori produttivi, come la compartecipazione e la cooperazione in agricoltura, e su alcune realtà produttive specifiche come l'Anic e il porto. L'inventario, predisposto nel 2000, riflette l'articolata struttura di un ente sindacale, organizzata a livello "orizzontale" (e cioè in strutture sindacali che riuniscono i lavoratori a livello territoriale) e a livello "verticale" o di "categoria" (strutture sindacali che riuniscono i lavoratori secondo il comparto o settore produttivo a cui appartengono - a loro volta suddivise a livello territoriale).


Fondo Tino Dalla Valle

Il fondo fotografico, donato da Tino Dalla Valle (circa 1.000 stampe e negativi riguardanti la Gil, Gioventù italiana del littorio), documenta importanti aspetti della politica del regime verso le giovani generazioni e permette di cogliere il progetto di mobilitazione della gioventù perseguito dal fascismo attraverso l'educazione politica, ginnico-sportiva, professionale, militare. Le fotografie sono opera di Tino Dalla Valle.