La guerra non è né bella né comoda. Il Gruppo di Combattimento "Cremona" nella Guerra di Liberazione 1943-1946


di Nicolò Da Lio

Collana Centocopie dell'ISR Ravenna, Rimini, Digitalprint, 2012.

€ 15,00

Opera vincitrice ex-aequo della I edizione del Premio Arrigo Boldrini istituito dalla Fondazione Bella Ciao Ravenna in collaborazione con ISR Ravenna.

Il Gruppo di combattimento "Cremona" fu una delle formazioni del Regio Esercito che parteciparono alla guerra di Liberazione. L'aver potuto combattere come unità cobelligerante al fianco dell'VIII Armata britannica fu solo l'epilogo di un lungo processo attraverso cui il "Cremona", come tutte le forze armate e il resto della società italiana, dovette rifondarsi a seguito dell'8 settembre 1943. Nelle parole del generale Clemente Primieri, comandante del Gruppo, quello vissuto dai suoi uomini fu un vero e proprio "rifacimento". Un rifacimento cui contribuirono molti partigiani, arruolatisi volontari per prendere parte all'ultima fase della campagna d'Italia. La miscela di soldati regolari e partigiani, se fu all'origine di riforme nel trattamento riservato dall'Esercito ai propri cittadini-soldati, fu anche fonte di attrito fra i diversi ranghi che componevano la macchina militare di cui il "Cremona" era parte. Il volume analizza quelle fratture su cui uomini dalle culture politiche e dalle storie fortemente diverse, gettarono dei ponti che permisero di collaborare per la liberazione dell'Italia.