Lavorare d'impegno. Benigno Zaccagnini e la città di Ravenna


di Tito Menzani, Matteo Pezzani, Salvatore Tagliaverga

Ravenna, Longo, 2019

€ 16,00

Benigno Zaccagnini è spesso ricordato come statista della prima Repubblica e uomo di spicco della Democrazia cristiana, in particolare dell'ala sinistra del partito. Questo libro colma una lacuna storiografica, occupandosi di approfondire il rapporto tra Zaccagnini e Ravenna, la città dove visse gran parte  della propria vita. Si prendono in considerazione gli anni giovanili, quando fu animatore della locale sezione della federazione universitaria cattolici italiani (Fuci), la fase della resistenza, durante la quale fu partigiano e figura apicale del CLN ravennate, e il lungo periodo dell'Italia democratica, quando in più occasioni si spese a favore del proprio territorio, in sinergia con le amministrazioni comunali e provinciali. In particolare - fra i tanti apporti - emerge il suo ruolo per lo sviluppo industriale di Ravenna e per la trasformazione radicale del suo porto, che avrebbero rappresentato i prodromi del boom economico locale. In questo senso, pur se in maniera spesso discreta, Zaccagnini è stato uno dei personaggi chiave del Novecento ravennate e a trent'anni esatti dalla morte questo volume si incarica di una rigorosa analisi storica.