Servizi / Mostre

Libri fascisti per la scuola. Il testo unico di Stato (1929-1943)


La mostra racconta come il libro di testo fu utilizzato a scopo d'indottrinamento politico fino ad arrivare al testo unico per tutte le scuole.

"... questa mostra, che ha intendimenti didattici per la conoscenza di ciò che è accaduto nel periodo fascista nel condizionare gli scolari e modellarli secondo la volontà del regime, è utile proprio per additare la via maestra per la scuola di base, e cioè la crescita della persona e la sua formazione alla libertà e alla capacità critica correlata alla loro età" (Alberto Monticone).

"... L'adesione del regime fascista al testo unico ebbe ragioni ovvie, trasparenti nella qualità, nel contenuto, nella grafica e nelle immagini. I testi unici erano la via migliore per imbibire maestre e maestri e bimbi e bimbe dell'ideologia del regime... Il testo editorialmente unico d'età fascista cercava proprio questo: la propaganda del regime, sia esplicita sia subliminale, senza contraddizioni" (Tullio De Mauro).

Dati tecnici:
oltre 60 tavole formato 50x70 cm
Le tavole non sono dotate di cornice.